3.6.08

Lost4: un amore finito


E insomma, è come quando la tua donna ti tradisce per un coglione: non è tanto per il tradimento in sé, quanto perché ti ha tradito con uno che proprio è un fesso, un “senza palle”. Questo è stato il finale di Lost4: un amore finito, tradito, con inutili colpi di scena (Sawyer che si butta a mare…), incomprensibili finali (l’isola che scompare…, Locke stecchito…, chi cazzo è Jeremy Bentham?...), un brodo allungato che sa di niente (ma quell’odioso di Keamy non era morto? Il buco di proiettile sulla fiancata dell’elicottero…, Ben che ci mette un secolo a sfondare il muro…). Per non parlare dell’incontro tra Penelope e Desmond, tirato via, che chiude in modo insulto la più bella love story da molto tempo. Insomma, una cosa così brutta io non la vedevo da tanto (l’ultimo film di Coppola?!?). Di certo non me l’aspettavo. Anche perché Damon Lindelof & Carlton Cruise, diciamolo, ci avevano abituati bene: tutta la 4a serie è stata scritta in modo eccellente, la vicenda, seppure con una pericolosa deriva paranormale, era decollata. E invece la finiscono nel modo più brutto… Locke è diventato odioso, Ben, in fondo, si arrangia come può e non è poi così cattivo, Jack è ormai l’abbiamo perso, Kate è la solita trojetta di sempre… E, insomma, mi sento tanto tanto tanto deluso…

1 commento:

Simo ha detto...

E dai però! Mi ero convertita e alla fine mi dai ragione? Quindi era giusta la mia prima impressione! Lost (tranne la serie 3 ovviamente) è solo una sòla!!!??